Templi, villaggi e spiagge incantevoli: tutto questo in Cambogia

Antichi templi nascosti nella vegetazione tropicale, villaggi tradizionali e spiagge da cartolina: la Cambogia, perla del Sud Est Asiatico, è una tra le mete turistiche più in voga negli ultimi anni. Merito di una ricchezza culturale che poche altre nazioni vantano: basti pensare al complesso dei templi di Angkor, il più grande edificio religioso al mondo e Patrimonio Unesco, testimonianza della gloria dell’antica civiltà Khmer. La Cambogia, in generale è un paese tranquillo, sebbene abbia passato un periodo terribilmente difficile. E’ tranquillo sia come temperamento dei suoi abitanti, sia anche per la facilità nel potersi organizzare una visita in maniera completamente autonoma e indipendente.

Partire per la Cambogia con un viaggio fai da te nel sud est asiatico non solo è possibile, ma assolutamente consigliato per conoscere un po’ più a fondo questi Paesi così lontani da noi. Se state pensando di organizzare un viaggio in cambogia fai da te per il prossimo anno, anche in occasione di un viaggio di nozze, non dimenticate di includere nel vostro itinerario una visita ai villaggi sulle sponde del Mekong per incontrare da vicino la popolazioni locale, che saprà accogliervi con un’ospitalità inaspettata.

È consigliabile portarsi sempre dietro il passaporto durante il soggiorno o, per chi non si sentisse a proprio agio a portarselo sempre in tasca, almeno una copia autenticata dello stesso. È consigliabile portarsi sempre dietro il passaporto durante il proprio soggiorno o, per chi non si sentisse a proprio agio a portarselo sempre in tasca, almeno una copia autenticata dello stesso. È inoltre opportuno ricordare che per entrare in Cambogia è necessario un visto che si può richiedere anche online tramite l’apposita procedura, ad un costo variabile (che si attesta comunque intorno all’equivalente di trenta dollari) in base al tipo di vista richiesto (il visto lavorativo costa più di quello turistico).

Author: admin