Come viene effettuata la blefaroplastica

Come viene effettuata la blefaroplastica?

In genere, la blefaroplastica può essere praticata sulla palpebra superiore, inferiore o su entrambe (blefaroplastica completa). Le incisioni e le conseguenti cicatrici sono posizionate sulla palpebra superiore (a livello della piega palpebrale) e a volte possono sporgere alcuni millimetri dall’arcata orbitaria. A livello della palpebra inferiore, invece, le cicatrici si trovano a pochi millimetri dal margine ciliare inferiore.

Il chirurgo separa il tessuto cutaneo da quello adiposo e muscolare, eliminando le porzioni in eccesso, come nel caso di borse sotto gli occhi. Le suture sono praticate in modo da far risultare minime le cicatrici, che comunque combaceranno con le pieghe naturali delle palpebre superiori e, per la blefaroplastica inferiore, si troveranno appena al di sotto della rima palpebrale.
La blefaroplastica è praticata in anestesia locale, in genere in abbinamento con una sedazione endovenosa, in modo da non essere completamente vigili nel corso dell’intervento.
L’intervento dura da venti minuti a 2 ore a seconda della complessità e che si tratti di blefaroplastica superiore, inferiore o completa (blefaroplastica supero-inferiore).

Nel caso in cui l’intervento sia stato condotto in anestesia generale, solitamente, è necessaria una notte di degenza, dopo la quale è possibile essere dimessi. La vita di tutti giorni può essere ripresa a partire dal terzo giorno dopo l’intervento, a patto di evitare attività faticose e l’esposizione al sole, ai raggi UV e ad eccessive fonti di calore (saune, bagni turchi, ecc). I punti vengono rimossi, normalmente, dopo quattro giorni. L’attività lavorativa, invece, può essere ripresa dopo dieci giorni circa ma solo se non è eccessivamente faticosa. Tutte le normali attività, invece, possono essere gradualmente riprese a partire dalla terza settimana dopo l’operazione.

È un intervento poco invasivo e abbastanza semplice: potrai tornare a casa in giornata stessa, a meno che non ci sia qualche complicazione o il medico non reputi opportuno che rimaniate in clinica. Durante i primi giorni post-intervento lacrimazione e gonfiore agli occhi sono fenomeni normali che non devono preoccuparti. Se abitualmente porti le lenti a contatto, avvisa il chirurgo, perché in genere non potrai ricominciare a metterle subito. Dopo un intervento di blefaroplastica dovresti lasciare che i tuoi occhi riposino un pochino, per cui meglio non esporli al sole ed evita anche di utilizzare il make up.

Se sei interessato a una blefaroplastica, ti consigliamo di rivolgerti a L’Equipe Clinica Estetica: come puoi vedere dal loro sito qui www.equipe-estetica.it/chirurgia-estetica/blefaroplastica, i migliori e più esperti medici sapranno rispondere a ogni tua domanda, offrendoti i servizi migliori ai prezzi più competitivi sul mercato.

 

Author: editor